Brenda, rottura del tendine comune calcaneale (Tendine di Achille).

Brenda è un meticcio di 4 anni, 30 kg di peso, che è ci è stato portato in visita a causa di una zoppia che andava avanti da circa due settimane.
Durante l’esame dell’andatura e la successiva visita ortopedica è emerso che il problema di Brenda fosse a livello dell’arto posteriore destro, ed una serie di segni piuttosto caratteristici hanno indirizzato i nostri sospetti verso un problema del tendine calcaneale, meglio noto con il nome di tendine di Achille. Il paziente, quando poggiava l’arto a terra, assumeva infatti una posizione plantigrada, con iperflessione dell’articolazione tibio-tarsica ed ipertensione del ginocchio: questi segnali sono in genere fortemente indicativi di una completa rottura del tendine in questione.

brenda - Plantigradismo conseguente a rottura del Tendine di Achille - Michele d'Amato

Plantigradismo conseguente a rottura del Tendine di Achille

 

Effettuata una radiografia della regione, per escludere la possibilità che ci fossero problemi di altra natura (fratture, lussazioni etc…),

Brenda: radiografia pre-operatoria. - Michele D'Amato ortopedia veterinaria.

Brenda: radiografia pre-operatoria.

 

abbiamo quindi consigliato alla proprietaria di far eseguire un’ecografia muscolo-tendinea dell’area interessata, in modo tale da poter osservare nitidamente la lesione (le radiografie non consentono infatti di valutare direttamente i tendini), per comprenderne meglio l’entità e poter ragionare così su quale fosse il tipo di trattamento più adatto al nostro paziente.
Il Dott. Fonti (ecografista del CVS) ha quindi completato l’iter diagnostico, confermando il sospetto clinico ed aggiungendo dati importanti: la lesione interessava infatti tutte le componenti del tendine calcaneale, costituite dai tendini del m. gastrocnemio, il cordone tendineo derivante dai m. gracile, semitendinoso e bicipite femorale, ed il tendine del m. flessore superficiale delle dita.

Brenda - Ecografia pre operatoria del tendine di Achille rotto - Michele d'Amato

Ecografia pre operatoria del tendine di Achille rotto

 

Alla luce di queste considerazioni, abbiamo ritenuto che il trattamento chirurgico fosse la scelta d’elezione per consentire a Brenda di tornare a fare la vita di sempre.
La proprietaria si è dimostrata fiduciosa, ed ha deciso per l’intervento. Quest’ultimo è stato eseguito in anestesia generale, con controllo del dolore tramite anestesia epidurale eseguita dal nostro team di anestesiste. La procedura che abbiamo eseguito è stata la riparazione della lesione mediante sutura di tutte le componenti del tendine, seguita da inoculazione all’interno della guaina tendine ricostruita, di 2,5 ml di plasma arricchito di piastrine ed in ultimo la stabilizzazione temporanea dell’articolazione mediante l’applicazione di un fissatore esterno lineare, necessario per evitare che, nel periodo post operatorio, il cane potesse sottoporre il tendine ad un carico eccessivo.

Brenda - Radiografia post operatoria - Michele D'Amato ortopedia veterinaria

Brenda – Radiografia post operatoria 1

 

Brenda - Radiografia post operatoria 2

Brenda – Radiografia post operatoria 2

 

Brenda è stata dimessa la sera stessa dell’intervento, dopo aver passato la giornata in una cuccia riscaldata, sotto il controllo dell’anestesista e dell’infermiera che le hanno somministrato soluzione fisiologica ed i farmaci per il controllo del dolore post-operatorio. Dopo circa una settimana di antibiotici ed antinfiammatori, Brenda è tornata per la prima visita di controllo. A questa hanno seguito dei controlli periodici, per valutare volta per volta lo stato dell’arto operato. Dopo circa 5 settimane è stata eseguita una seconda ed ultima ecografia, che ha confermato l’avvenuta guarigione del tendine, consentendoci così di rimuovere il fissatore esterno.

Brenda - Radiografia post rimozione dell’impianto - Michele D'Amato ortopedia veterinaria

Brenda – Radiografia post rimozione dell’impianto 1

 

Brenda - Radiografia post rimozione dell’impianto 2 - Michele D'Amato ortopedia veterinaria

Brenda – Radiografia post rimozione dell’impianto 2

 

Brenda ora sta bene, grazie anche alla disponibilità della proprietaria che le ha garantito una gestione post-operatoria eccellente, fatta di attenzioni, cure, e di tante passeggiate che le hanno permesso di recuperare gradualmente il tono muscolare della gamba operata.

Update: ecco Brenda a 30 giorni dall’intervento.

© 2018 Michele d'Amato - Ortopedia veterinaria. Creato da SocialWebMax usando Vesta Theme