Il ruolo degli animali nella crescita dei figli

A SCUOLA DI PET CARE

Genitori: il ruolo fondamentale degli animali nella crescita dei figli.

E’ quanto emerge dalla prima indagine su 2000 famiglie con figli in età scolare collegata al progetto “A Scuola di Pet Care”.

L’indagine, che ha coinvolto 2000 famiglie sul territorio nazionale, diventerà un appuntamento annuale volto a fotografare lo status e l’evoluzione della relazione che si instaura fra i bambini e i pet, quale specchio della società che evolve.  A condurla è stata ALES Market Research e ha riguardato le famiglie degli alunni delle scuole primarie che hanno partecipato all’edizione 2012-13 della campagna educativa nazionale “A Scuola di PetCare® di Purina”.

Il ruolo degli animali nella crescita.

il ruolo degli animali nella crescita dei figli 02 - michele d-amato

Fondamentale il ruolo degli animali nella crescita dei figli, soprattutto di quelli più piccoli.

Un aspetto particolarmente interessante che emerge dalla ricerca, è l’importanza del ruolo rivestito dagli animali da compagnia all’interno del nucleo familiare, con particolare riferimento all’educazione dei più piccoli. Infatti, secondo i dati raccolti, oltre l’80% di coloro che possiedono un animale da compagnia, ritengono che questo abbia un ruolo fondamentale nel percorso di crescita dei loro figli: il 23% mette al primo posto, fra le ragioni che lo hanno spinto ad accogliere un pet in casa, proprio la volontà di responsabilizzare i figli, insegnando loro a prendersene cura.

“La relazione con un pet rappresenta un momento fondamentale nella costruzione dell’identità psicofisica dei bambini, sui quali l’animale ha un’influenza di tipo emozionale unica e un valore formativo straordinario perché stimola l’accrescimento della fantasia, del senso di responsabilità e del piacere della reciprocità”

– ha dichiarato Maria Rita Parsi, psicoterapeuta, scrittrice, docente universitaria e Presidente della Fondazione Movimento Bambino Onlus

“In quest’ottica il progetto A scuola di Petcare è di grande valore sia perché pone l’accento su alcuni importanti principi, quali l’amicizia, il rispetto per il prossimo e per la natura, sia perché è la prima iniziativa del genere a coinvolgere allo stesso tempo bambini, genitori e insegnanti”.

Altri dati della ricerca – Più della metà (il 55%) delle famiglie italiane partecipanti all’indagine con bambini in età scolare ha accolto in casa e vive con un animale da compagnia, con punte del 60% nel Nord-ovest e al Centro. Il cane si conferma l’animale di gran lunga preferito: il 52% delle famiglie che hanno almeno un pet, infatti, ha scelto il cane come animale ideale per condividere gli spazi domestici. Secondo classificato il gatto con il 33% delle preferenze, mentre al terzo posto nella scelta degli intervistati si colloca il pesce con il 24%; seguono, poi, gli uccellini e i roditori, che sono presenti rispettivamente nel 13% e 9% delle famiglie con un pet. Scendendo più nel dettaglio, si può vedere come cani e gatti siano maggiormente diffusi al Nord e al Centro, mentre particolarmente amati al sud sono gli uccellini e molto diffusi i pesciolini, anche nelle città, in quanto richiedono un impegno alla portata di tutti.

il ruolo degli animali nella crescita dei figli  03 - michele d'amato veterinario

Il cane è l’animale preferito dalle famiglie italiane.

Marco Travaglia, Regional Director Southern Europe di Purina: “Siamo orgogliosi di promuovere e sostenere questa iniziativa volta a trasmettere alle nuove generazioni e alle famiglie i principi di una corretta nutrizione, cura, conoscenza, e rispetto degli animali da compagnia e di come questo legame possa essere fonte di reciproco benessere” .

Realizzata in collaborazione con Giunti Progetti Educativi e Scivac (Società Culturale Italiana Veterinari Animali da compagnia), con il patrocinio ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) e FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani) e giunta quest’anno alla sua VIII edizione, A Scuola di PetCare ha coinvolto in modo capillare tutto il territorio nazionale: dal 2004 ad oggi hanno aderito, infatti, oltre 33.000 insegnanti, più di 400.000 alunni e le loro famiglie, Medici Veterinari, istruttori cinofili, Istituzioni e Ospedali Pediatrici in tutte le regioni italiane.

© 2018 Michele d'Amato - Ortopedia veterinaria. Creato da SocialWebMax usando Vesta Theme